Spiare cellulare tramite Wi-Fi: metodi e strumenti

Sebastian Galli

I telefoni cellulare sono strumenti praticamente onnipresenti all’interno del quotidiano di moltissime persone e rappresentano punti di transito indispensabili per acquisti, comunicazioni, amicizie o addirittura amore. Tutta questa importanza rende molto comune il desiderio di entrare nel cellulare di qualcuno, o per carpire nuove informazioni o per proteggerlo dall’esterno.

Tavola dei contenuti

È possibile entrare in un telefono tramite Wi-Fi?

Da un punto di vista prettamente tecnico spiare cellulare tramite Wi-Fi è possibile. Esistono metodi e programmi che possono aiutare nell’ottenere questo risultato, utilizzando le debolezze dei sistemi operativi, dei router che erogano internet e delle applicazioni più popolari per saltare tutti i sistemi di sicurezza integrati all’interno degli smartphone.

C’è un problema: tutti i metodi esistenti, poiché sfruttano bug e sviste dei programmatori, possono essere utilizzati soltanto da persone con un certo livello di competenza informatica; non esattamente l’utente medio che può voler entrare in un telefono tramite Wi-Fi. In questi casi è bene sfruttare direttamente applicazioni per il monitoraggio.

Cosa offre mSpy per spiare dispositivi connessi Wi-Fi?

Un normale utente che vuole spiare dispositivi connessi Wi-Fi può sfruttare applicazioni per il monitoraggio come mSpy per ovviare al problema; questa, nello specifico, è la soluzione migliore per chi vuole monitorare il telefono di un altra persona ma non ha precisamente idea del da dove cominciare a muoversi.

mSpy è compatibile sia con Android che con iOS ed è particolarmente versatile, risultando funzionante anche in caso di iPhone non jailbreakkato. Una volta installato o attivato mSpy sullo smartphone dell’altra persona si avrà accesso ad una dashboard online da cui sarà possibile ottenere tutte le informazioni più interessanti.

Cronologia chiamate, messaggi inviati e ricevuti, file multimediali condivisi, programmi di messaggistica istantanea utilizzati e lista delle posizioni registrate con il GPS sono soltanto alcune delle cose che mSpy è in grado di rivelare, sempre con una grande precisione e aggiornando il database in maniera continua ogni pochi minuti.

mSpy ha una funzione molto interessante chiamata “Local Sync Option” che permette all’utente di accedere ai contenuti di uno smartphone con mSpy installato connesso alla stessa rete wireless.  Questa è senza dubbio la maniera più adatta per soddisfare chi passa il tempo a chiedersi come spiare WhatsApp tramite Wi-Fi.

mspy-banner-image
Non esiste soluzione migliore!
Iscriviti. Installa. Monitora.

Hackerare Android attraverso la rete Wi-Fi

Se si ritengono di avere abilità informatiche piuttosto avanzate quello che è possibile fare è provare ad hackerare Android sfruttando la rete Wi-Fi come vettore. Al momento la maniera fattibile senza acquistare costoso equipaggiamento professionale e senza essere dei criminali è usare un particolare programma chiamato Wireshark su Android.

Wireshark è quello che in gergo si definisce come Packet Sniffer, ovvero come software per analisi di protocolli di comunicazione. Installando Wireshark su un computer connesso alla stessa rete dello smartphone è possibile analizzare il traffico tra smartphone e router. L’analisi in questione è difficile e richiede conoscenze tecniche approfondite del tema.

Portare a termine un analisi del genere implica una certa dimestichezza con i protocolli di comunicazione digitale attraverso le reti, senza contare che bisogna dare poi il tempo al programma di portare avanti la decrittazione dei pacchetti raccolti. La decrittazione dei pacchetti è possibile soltanto in caso di comunicazioni non criptate.

Wireshark non è nemmeno l’unico tool sul mercato a poter fare questa cosa ma ha il vantaggio di essere affidabile; c’è un problema non indifferente di fondo a questa cosa ovvero il fatto che molti strumenti pubblicizzati come affidabili in realtà non lo sono: meglio usare applicazioni spia come mSpy.

È possibile proteggere il proprio smartphone?

Se abbiamo paura che qualcuno ci sbirci nella cronologia Wi-Fi cellulare è bene sapere che esistono diverse pratiche da attuare per migliorare il livello di sicurezza del dispositivo. Invece di stare ad aspettare che qualcuno ci faccia una brutta sorpresa è bene studiare un po’ per sapere come limitare i rischi.

Gli esempi di pratiche virtuale sono diversi: utilizzare una password robusta, con otto caratteri mescolati tra lettere maiuscole, minuscole, numeri e simboli speciali è soltanto il punto di partenza. Evitare di lasciare attivo il Bluetooth del telefono inutilmente può minimizzare i rischi. Ecco una lista di elementi da considerare.

  • Pulire la cronologia permette un minore tracciamento delle proprie azioni
  • Rimuovere i cookies del browser diminuisce l’efficacia del tracciamento
  • Vuotare la cache del browser permette di rimuovere tutti i file temporanei
  • Disattivare la funzione di auto-completamento per evitare che qualcuno possa accedere a servizi finanziari senza conoscere le credenziali

Nel peggiore dei casi è bene installare applicazioni per migliorare il livello di sicurezza del proprio smartphone o della propria connessione come antivirus o VPN; rimanendo nel campo delle VPN è anche bene evitare di connettersi alla rete wireless pubbliche prive di sicurezza WPA, per evitare attacchi man in the middle.

Conclusioni

Chi vuole spiare dispositivi connessi Wi-Fi dovrà presto cambiare idea in assenza di competenze informatiche di un certo livello; l’unica alternativa utile e accessibile è sfruttare una particolare funzione di mSpy, la migliore app per monitoraggio attualmente presente sul mercato: un’occasione da non lasciarsi sfuggire se non si conosce l’informatica.

mspy-banner-image
Non esiste soluzione migliore!
Iscriviti. Installa. Monitora.
Sebastian Galli è un imprenditore ed esperto di marketing che ama condividere la sua conoscenza ed esperienza con gli altri. Gestisce una piccola start-up tecnologica ad Ancona e partecipa spesso a eventi legati al business come relatore. Appassionato di scrittura, Sebastian sta progettando di creare una serie di manuali di marketing per giovani imprenditori.

Lascia una risposta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Torna all'inizio
Iscriviti alla nostra newsletter