Come entrare su Messenger senza farsi vedere

Sebastian Galli
come entrare su Messenger senza password

Sono in molti a chiedersi come entrare su Messenger senza password, così da poter monitorare e tenere sotto controllo i propri cari per proteggerli dalle situazioni più pericolose.

La progressiva pericolosità di internet, infatti, ha reso questo genere di pratica molto più comune rispetto al passato. Vediamo insieme quali sono gli strumenti migliore da usare.

Tavola dei contenuti

È possibile spiare Messenger senza installare app?

Una delle domande più comuni in cui ci si può imbattere quando parliamo di questi temi riguarda la possibilità di spiare Messenger senza installare app.

Se si vuole riuscire a monitorare la nota applicazione per la messaggistica istantanea senza l’ausilio di un’app, l’unica cosa che si può fare è entrare in possesso delle credenziali d’accesso all’account associato così da leggere manualmente i messaggi.

spiare Messenger senza installare app

Questa pratica, però, non è assolutamente priva di difetti:

  • Difficoltà: non è detto che la persona che si voglia monitorare sia disposta a lasciarsi prendere il telefono da qualcuno
  • Reperire le credenziali: non è scontato conoscerle e non è detto che sia possibile indovinarle
  • Sospetti: se la persona che vuoi monitorare nasconde qualcosa sarà molto sospettosa nei confronti di chi la vuole monitorare
  • Tempo: anche avendo accesso ad un telefono non è detto che si riesca a monitorare in tempo tutti i messaggi

Come può aiutarti mSpy?

Quando parliamo di leggere messaggi Messenger altrui è bene sapere che, con l’aiuto di un’applicazione spia come mSpy, accedere al contenuto del Facebook Messenger di qualcuno diventa radicalmente più facile di quanto si tenda a credere. mSpy è infatti pieno di funzioni che possono aiutare in tal senso grazie a strumenti appositi e a strumenti ad ampio raggio per il monitoraggio generico.

mSpy, ad esempio, permette ad un utente di spiare Messenger attraverso il Facebook Tracker, Quest’ultimo è lo strumento definitivo quando si tratta di monitorare il Messenger di qualcuno. Dopo aver installato mSpy, infatti, attraverso questo tracker sarà possibile avere accesso a tutti i messaggi inviati, a tutti quelli ricevuti e a tutti i file multimediali scambiati durante il corso del tempo.

leggere messaggi Messenger altrui

Se questo non dovesse basare è bene pensare al fatto che mSpy, oltre al sopracitato tracker, permette all’utente di utilizzare uno strumento chiamato keylogger.

Il keylogger non fa altro che registrare qualsiasi cosa venga digitata su una tastiera fisica o virtuale, permettendo a chi monitora di avere accesso ad un registro con ogni parola scritta ma non inviata. Attraverso il keylogger è possibile avere un monitoraggio completo come non mai.

Queste funzioni, se combinate, permettono a qualcuno di monitorare tutti i messaggi, i contenuti e le comunicazioni che vengono fatte da un utente alla sua lista amici (e non) attraverso il sistema di messaggistica integrato in Facebook.

Ogni messaggio, file multimediale o carattere (tanto dal tracker quanto dal keylogger) viene catalogato in base all’orario, permettendo quindi la ricostruzione delle azioni con grande precisione.

mspy-banner-image
Non esiste soluzione migliore!
Iscriviti. Installa. Monitora.

Cos’altro si può provare per spiare Messenger?

Utilizzar un’applicazione spia come mSpy, chiaramente, non è l’unico modo per riuscire a spiare Messenger di qualcuno. Esistono molte risposte alla domanda come spiare Messenger, soltanto che tendono ad essere più difficili da eseguire rispetto all’installazione e all’utilizzo di un’applicazione spia degna di questo nome.

Per completezza adesso cercheremo di spiegarti quali sono i metodi che si possono utilizzare in questi casi.

1. Usare a proprio vantaggio “ho dimenticato la password”

come spiare Messenger

Il metodo più intuitivo tra tutti quanti è sicuramente quello che prevede l’utilizzo del comando “ho dimenticato la password” presente all’interno della pagina di login di Facebook. Conoscendo l’indirizzo email o il numero di telefono della persona da monitorare è possibile inviare a quest’ultimo un link per il ripristino della password.

Chiaramente questo metodo è inutile se non si possiedono o lo smartphone o l’accesso all’indirizzo email usato dalla persona da monitorare.

2. Provare a indovinare la password

Spiare Messenger

Se invece si ritiene di avere fortuna quello che bisogna fare è molto semplice: indovinare la password utilizzata dall’altra persona. Si possono provare combinazione di parole probabili o note, come nome + cognome e così via finché non si indovina.

I problemi di questo metodo, come immaginabile, si intuiscono davvero molto rapidamente: se l’utente da monitorare sta usando (come è buona norma fare) una password robusta è meglio lasciar perdere prima di cominciare.

3. Sbirciare nelle password salvate

come entrare su Messenger senza password

L’ultimo metodo è più intelligente dei precedenti perché richiede semplicemente l’accesso al alla sezione “password salvate” del browser di riferimento. Ogni browser moderno infatti contiene un password manager che, però, può essere utilizzato soltanto avendo le credenziali d’accesso al browser stesso.

Come abbiamo potuto vedere, insomma, ognuno di questi metodi prevede che si abbia accesso fisico per un tempo prolungato al dispositivo o che si conoscano delle credenziali su cui è difficile mettere le mani, difficile almeno quanto conoscere quelle legate a Facebook Messenger; usare un’applicazione spia, in sostanza, rimane l’opzione più intelligente.

Conclusioni

Spiare Messenger è un gioco da ragazzi solo e soltanto se si utilizzano gli strumenti giusti. Per questo motivo la cosa migliore da fare è installare un’applicazione spia come mSpy. A questo punto avere accesso alle conversazioni, ai file multimediali e agli orari in cui avvengono le comunicazioni diventerà facile come bere un bicchiere d’acqua.

mspy-banner-image
Non esiste soluzione migliore!
Iscriviti. Installa. Monitora.
Sebastian Galli è un imprenditore ed esperto di marketing che ama condividere la sua conoscenza ed esperienza con gli altri. Gestisce una piccola start-up tecnologica ad Ancona e partecipa spesso a eventi legati al business come relatore. Appassionato di scrittura, Sebastian sta progettando di creare una serie di manuali di marketing per giovani imprenditori.

Lascia una risposta:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Torna all'inizio
Iscriviti alla nostra newsletter